Web Marketing: Come attirare attenzione su Twitter

marzo 22, 2014
Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest1Share on Google+0
Twitter è una delle piattaforme più importanti per condividere links: se il tuo Tweet cattura l’attenzione in modo corretto, ciò avrà una ripercussione molto positiva sul tuo business online, permettendoti di aumentare il traffico qualificato attraverso utenti che non hanno mai visitato il tuo sito web, dando vita al fenomeno “palla di neve“, concetto affrontato precedentemente in questo articolo:

Uno degli aspetti fondamentali per attirare attenzione su Twitter è quello di offrire contenuti di qualità, principio che sta alla base del content marketing stesso. Pubblicando contenuti di qualità aumenterai anche la credibilità e la fiducia della tua audience, che quindi prenderà più seriamente qualunque tua futura condivisione.

Tuttavia, in soli 140 caratteri non può essere esposto tutto il valore di un contenuto, per quanto valore esso possa trasmettere: diventa quindi vitale per il tuo business online usarli in modo da attirare attenzione su Twitter ed incentivare il maggior numero possibile di click.

come-attirare-attenzione-su-twitter

In un precedente articolo ti ho mostrato come promuovere i contenuti tramite Twitter, aspetto molto importante per qualsiasi strategia di web marketing, ma in questo post voglio approfondire proprio il discorso di come scrivere i tuoi Tweet in modo che catturino l’attenzione del lettore.

Attirare attenzione su Twitter è molto più difficile rispetto ad altri tipi di contenuti

attirare-attenzione-su-Twitter

Esatto, indurre un utente al click su Twitter non è un impresa facile.

Generalmente è possibile applicare la famosa regola dell’80/20 anche ai titoli di qualsiasi contenuto (titolo di un post, di un video pubblicato su YouTube, di una presentazione SlideShare ecc. ), nel senso che in media solo il 20% di coloro che leggono uno specifico titolo poi consumano effettivamente il relativo contenuto.

Ho già parlato della regola dell’80/20 anche nel primo punto di questo articolo:

Le percentuali cambiano a seconda dell’ambiente in cui ci si trova, tendendo a peggiorare nel caso di e-mail o news feed, ed in tutti quei luoghi in cui i titoli sono organizzati in stream, dove ognuno di essi è posto su una lista assieme a molti altri “contendenti”.

Pensa ora a Twitter, dove ogni secondo scorrono migliaia di links in successione, rimpiazzati continuamente da tweet più recenti: la competizione diventa incredibile!

Ecco perché dovresti dedicare particolare attenzione a come scrivi i tuoi Tweet!

La promessa fatta al lettore

la-promessa-fatta-al-lettore-su-twitter

E’ il primo aspetto da sottolineare.

In particolare si tratta del beneficio offerto al lettore, che deve essere esposto in chiaro nel tweet, e rappresenta uno dei motivi principali per cui l’utente dovrebbe accedere al tuo contenuto. Egli dovrebbe poter rispondere a questa domanda:

Cosa c’è in questo tweet per me? Quale vantaggio ne posso trarre?

La risposta dovrebbe essere la risoluzione ad un suo problema.

Ho trattato questa importante caratteristica in precedenza:

Per essere sicuro che il tuo tweet possa offrire un beneficio tale al lettore da indurlo a consumare il tuo contenuto, dovresti scrivere il tuo tweet in modo che abbia i seguenti requisiti:

  • sia in qualche modo unico, differenziandosi dal resto dello stream di link
  • offra un vantaggio utile al lettore
  • sia il più specifico possibile (si riferisca ad una certa nicchia di mercato)
  • trasmetta un minimo senso di urgenza, aspetto che contribuisce notevolmente ad aumentare la vendita di qualunque tipo di prodotto, sia online che offline.

Mantieni i tuoi tweet brevi

mantieni-i-tweet-brevi

Sulla base dei soli 140 caratteri permessi da questo social, sembra un consiglio banale; non lo è affatto.

Quello che intendo è scrivere dei tweet ancora più corti di 140 caratteri, usando al massimo circa 7/8 parole.

Perchè?

Il primo motivo è quello di lasciare lo spazio necessario alle menzioni quando qualcuno retwitta il tuo tweet: immagina di aver scritto un tweet che occupa 138 caratteri sui 140 disponibili e qualcuno lo trova abbastanza interessante da pensare che valga la pena retwittarlo, o magari da menzionarti su nuovo tweet che comprenda il tuo link: come può ricondividere il tweet senza troncarlo o darti credito aggiungendo la tua menzione?

Il secondo motivo è rappresentato dal fatto che non ci troviamo su una normale pagina web: in quel caso potremmo decidere di scrivere un titolo più lungo, perché abbiamo comunque lo spazio che vogliamo e ciò potrebbe aiutarci ad esporre più chiaramente i benefici offerti nel contenuto, magari aggiungendone anche più di uno. Inoltre secondo numerosi studi, lo spazio in cui è posizionato comunemente il titolo di un post (cioè in cima alla pagina), è quello in cui il lettore si focalizza maggiormente.

Nel caso di Twitter invece, in cui disponiamo di uno spazio limitato e, come detto in precedenza, ogni tweet è posto in un lunghissimo calderone di notizie e links, scrivere titoli più corti possibile è fondamentale per attirare l’attenzione e distinguersi dal resto dei feed.

Scrivi il titolo considerando i retweet

considera-i-retweet

Sulla base dei concetti fin qui esposti, di qualunque tipo sia il tuo contenuto, come per esempio il post di un blog, un’e-book o un video su YouTube, dovresti scrivere il tuo nuovo titolo (o magari modificare quelli precedentemente pubblicati) in modo che sia ottimizzato per il retweet su twitter.

La vera “potenza” di Twitter sta nelle ricondivisioni, che permettono di raggiungere nuovi prospetti e probabili leads in maniera esponenziale.

Cerca quindi di scrivere i titoli dei tuoi contenuti seguendo le indicazioni esposte nel precedente paragrafo “La promessa fatta al lettore”.

Ti consiglio di leggere..

Ti consiglio di leggere questi due articoli molto utili su come usare twitter per il social marketing:

1 – Guida alle Twitter Cards: come aggiungerle e creare engagement sul tuo blog

Articolo molto interessante scritto da valijolie su come utilizzare le Twitter Cards per alimentare l’engagement sul proprio sito web. Ti consiglio si seguire questo interessantissimo blog.

2 – Come usare Twitter parte #1: esserci, fare rete e promuovere il brand

Altro ottimo post scritto da Silvia Segala ( il suo blog è comestilvuole.com ) su alcune ottime pratiche da seguire per la promozione dei contenuti su Twitter.

Conclusioni

Questi sono alcuni consigli utili che mi hanno aiutato ad incrementare i click su Twitter verso i miei contenuti; tuttavia, bisogna tenere a mente una regola essenziale: la qualità dei contenuti. Una volta che sei riuscito/a ad attirare attenzione su Twitter, dovrai ottenere anche la sua fiducia del lettore, in mo tale che:

  1. la prossima volta che si imbatte in un tuo tweet, sia maggiormente incentivato a consumare il relativo contenuto, sapendo che offri dei benefici reali.
  2. egli possa ricondividere la tua risorsa alimentando l'”effetto palla di neve”

Test, test, test

Imparare a scrivere dei tweet che catturano l’attenzione può aumentare in modo considerevole il traffico qualificato al tuo sito web, quindi i prospetti, e di conseguenza i probabili clienti, andando ad incrementare il tuo business online.

Tuttavia, scrivere delle ottime headline richiede tempo ed esperienza; ed il modo migliore per capire come farlo è sicuramente quello di testare continuamente i propri tweet, cercando di capire quali sono quelli che ricevono più click, retweet, ed infine quelli che vengono maggiormente aggiunti ai preferiti.

Resta aggiornato sulle tecniche del web marketing per costruire un business online

Condividerò le migliori tecniche (ed i fallimenti) alla mia lista di email privata. Iscriviti qui a fianco per accedere a quei contenuti.

Non riceverai nessun tipo di spam e ti potrai cancellare quando vorrai

Giacomo Freddi

Web Designer Freelance e Developer, si occupa del design e dello sviluppo di applicazioni web dal 2008, come molti freelance è abituato a gestire più ruoli e spaziare su più campi, ma la sua passione principale è quella della creazione di interfacce front-end e back-end utilizzando codice html5 e css3. Adora usare pattern MVC per i suoi Javascript.